GARDY

SessoMaschio
RazzaMeticcio Parson russell
TagliaPiccola
Data di nascita2003
Anno ingresso in canile2014
StoriaRinuncia di Proprietà
Socievole con caniFemmine e Maschi ok
Rapporto pettorina/guinzaglioOttimo
Meglio vivere inAppartamento, Zona Residenziale.
Chi sonoE con questo appello scateneremo certamente le ire dei volontari degli altri canili, che piangeranno lacrime amare per non avere da loro un esemplare più unico che raro di tale meraviglia.

Vi presentiamo Gardy, simil, pseudo o presunto tale jack russel a pelo duro, annus domini 2003 avanti Cristo, versione canina di Maurizio Costanzo.
Col grande presentatore immortale e intramontabile Gardy condivide l'età bicentenaria, il savoir faire da "e chittenefrega" e, signori e signore, l'assenza di collo.
Ebbene sì, Gardy è una sorta di monoblocco, con un collo corto e tozzo tipo piccolo torello. E senza dubbio il cane meglio fotografabile del canile.

Gardy, il cui nome, inutile nasconderlo, proviene ovviamente da Gardenale, di cui il nostro eroe è purtroppo un avido consumatore. L'epilessia è anche il motivo per cui è stato scaricato in canile senza tanti complimenti, e di sicuro è anche il motivo per cui è ancora qui a veder scorrere il tempo e ad attendere nessuno.

Ma grattando sotto la ruvida scorza vintage del Nostro, sotto l'epilessia, che è comunque una forma lievissima e più che gestibile da chiunque, scavando sotto l'aria da torello fiero e orgoglioso emergono un nonnino tenerissimo e un paio di occhi che ti lacerano il cuore. Emergono la rassegnazione e la disillusione, talmente grandi e presenti in Gardy da essere quasi palpabili.

E non è giusto. Proprio no.

Cosa cerchiamo per lui?

Una casa, con giardino o senza è indifferente, Gardy non ha chissà quali esigenze ormai, una passeggiatina per lui è già sufficiente, al guinzaglio è bravissimo, tipo pensionato al parchetto, cammina con calma, fa un'annusatina, un piscierlino e siamo già a posto.

Un padrone, che si faccia intenerire dalla sua barbetta bianca e i suoi occhi truccati col kajal, che gli dia tutti i giorni la sua pasticchetta di Gardenale, per il costo di 5-6 euro mensili, e che stia accanto a lui quando ha una crisi epilettica e gli dica che passerà subito, che nel suo caso consiste nello sbarrare gli occhi e tremolicchiare per qualche minuto, tutto qui. E' solo un momento in cui Gardy si spaventa molto, e pensate quanto possa essere brutto viverlo in box da solo, senza nemmeno una mano amica a dare conforto.

Bravissimo con tutti, pacato e tranquillo, ok con gli altri cani, a richiesta testabile coi gatti, chippato, vaccinato, negativo alle malattie mediterranee.

E' un cane inadottabile?
Forse. Probabile.
Ci arrendiamo senza nemmeno provare?
Mai.
PER INFO 059/512807